.

.

.


Storico

SINDROMI RIPRODUTTIVE NEGLI ANIMALI DOMESTICI

Le sindromi riproduttive negli animali domestici possono portare, oltre alle caratteristiche primarie delle patologie, conseguenze specifiche collegate direttamente alla gestione dell'animale.

Gli animali da compagnia, cani e gatti, verranno considerati similmente alla specie umana; negli animali da reddito le sindromi influenzeranno negativamente sia la sfera riproduttiva che quella produttiva (soggetti adibiti alla produzione di latte) creando una conseguente perdita economica; negli equini oltre le conseguenze nell'ambito riproduttivo, la sindrome sarà collegata ad una marcata perdita di performance sportiva.

Il problema riveste nell'ambito veterinario una parte molto importante.
La medicina occidentale normalmente considera primario l'uso di ormoni esogeni ed antibiotici.
Comunque, se questi medicinali vengono somministrati ripetutamente per lungo tempo, possono indurre una discrasia endocrina genitale o fenomeni di resistenza batterica.
I residui di ormoni e di antibiotici nel latte e nella carne, nel momento in cui non venissero rispettati i tempi di sospensione, possono anche mettere in pericolo la salute umana.

Di conseguenza una notevole attenzione deve essere data alle medicine che non usano nei protocolli terapeutici ormoni e/o antibiotici.

La Medicina Tradizionale Cinese (MTC) ha sempre mostrato un grande interesse per le sindromi riproduttive: testi risalenti al 1300 a.C. documentano i primi protocolli agopunturali e fitoterapici.
Studi clinici hanno dimostrato l'efficacia dell'Agopuntura per il trattamento dell'infertilità, endometriti, atonia post partum dell'utero, ritenzione placentare ed aborto.
Si deve inoltre sottolineare il valido apporto dell'Agopuntura nelle 'Sindromi Endocrine', che sia negli equini che negli animali d'affezione possono portare a turbe della sfera emotiva con ulteriori complicazioni nei vari apparati.

Le sperimentazioni compiute hanno evidenziato due possibili meccanismi d'azione dell'Agopuntura nelle sindromi riproduttive:

1) La stimolazione agopunturale induce un iniziale incremento delle endorfine a livello di cervello, midollo spinale e sangue. La produzione degli oppioidi endogeni interviene controbilanciando gli effetti della situazione stressogena a cui è verosimilmente sottosposto l'animale. Le endorfine vanno inizialmente ad inibire la secrezione di LH, ma allo stesso tempo rendono l'ipofisi più sensibile all'azione del GnRH. Il risultato finale è un successivo incremento nella frequenza e nella quantità del rilascio pulsatile di LH, il quale andrà, a sua volta, ad incrementare i livelli di progesterone plasmatico.

2) La stimolazione agopunturale influenza direttamente la steroidogenesi a livello ovarico attraverso il rilascio di epinefrina e GH ed anche attraverso la regolazione diretta dell'asse ipotalamo - ipofisi - ovaio. Da quanto detto consegue che l'Agopuntura agisce globalmente riequilibrando l'energia propria del soggetto e sbloccando le più frustranti condizioni di infertilità.

Secondo la MTC, la fisiologia dell'apparato riproduttivo dipende dalla complessa funzione e correlazione degli Organi Interni, del Qi, del Sangue, dei Meridiani e degli organi di riproduzione.
Gli Organi Interni, soprattutto il Rene, la Milza, il Fegato ed il Cuore nutrono il feto, la placenta e l'utero con Qi e Sangue.
L'apporto di Qi e Sangue è assicurato dall'attività dei Meridiani emissari degli stessi organi, ma anche specificatamente dai Meridiani Straordinari.
I principali Meridiani coinvolti nella riproduzione sono il Chong Mai, il Du Mai ed il Ren Mai.
Quindi secondo la MTC le sindromi riproduttive possono essere causate da squilibri degli Organi Interni, del Qi, del Sangue, dei Meridiani o degli organi della riproduzione.

Tra le varie patologie nella sfera riproduttiva trattate dagli autori, risulta peculiare la "Sindrome Endocrina". (Foto ).

La "Sindrome Endocrina" è uno dei problemi più frequentemente diagnosticato nella cavalla atleta.
Le cause scatenanti molto spesso sono da attribuire a tutti quei fattori che possono essere raggruppati sotto la denominazione 'stress da allenamento'.

Sfortunatamente i sintomi di questa sindrome possono facilmente portare a 'false diagnosi' e conseguentemente terapie non risolutive.
Normali commenti da parte degli addetti ai lavori potranno evidenziare: l'inefficacia di terapie infiltrative intrarticolari, dolori diffusi lungo la regione lombare che si irradiano verso gli arti posteriori, fenomeni ricorrenti di acidosi muscolare, emorragie profuse dopo prestazioni sportive, eccessiva irritabilità con tendenza a diventare aggressività.
Per quanto si intervenga, l'animale reagisce poco alle terapie e normalmente la situazione peggiora con il tempo.
In questa situazione la MTC, basandosi su sistemi diagnostici propri (Otto Regole, Cinque Elementi, etc) e con l'applicazione dell'Agopuntura riesce a ristabilire alquanto velocemente l'armonia degli Organi, del Qi e del Sangue.

In associazione alla terapia agopunturale risulterà benefico il massaggio, sia di determinati punti localizzati principalmente sul dorso dell'animale che massaggi transrettali dell'utero, effettuati a mano aperta, applicando una pressione intensa ed uniforme su tutto il corpo dell'utero.

(F. Longo, M. Testa: "Sindromi Riproduttive negli Animali Domestici"; Obiettivo Salute)

 

Ricerche nel sito




S.I.A.V. Società Italiana Agopuntura Veterinaria - Via Vanchiglia 27 - 10124 - Torino - P.IVA e C.F.: 97588240016 // Cookies & Privacy

Powered by Joomla! Designed by: joomla templates web hosting Valid XHTML and CSS - Webmaster dadacore.it