.

.

.


Storico

UN AGO PER GUARIRE - Agopuntura su cavalli

Articolo disponibile anche in lingua tedesca

Quando la medicina tradizionale occidentale non è più in grado di curare i vari problemi dei cavalli, molti proprietari si rivolgono all'esperto in agopuntura veterinaria Dr. Francesco Longo e al medico veterinario bolzanino Dr.ssa Gudrun Mayr: tramite agopuntura riescono a trattare la maggior parte dei casi a loro affidati, anche quelli più complessi.

"Dorian", cavallo di razza Oldenburger, si era ferito sull'arto posteriore sinistro durante un litigio con un altro cavallo. Inizialmente la ferita sembrava guarire abbastanza bene, tuttavia rimasero delle brutte cicatrici (cheloidi) che nessun trattamento allopatico fu in grado di curare. Perciò "Dorian" fu sottoposto ad una terapia d'agopuntura. Le fotografie parlano da sé.

 

Primi risultati dopo il primo trattamento

 

Dopo il terzo trattamento le cicatrici sono quasi scomparse

L'agopuntura fa parte della medicina tradizionale cinese - una delle più antiche forme di medicina esistenti. Recenti reperti archeologici documentano che i cinesi curavano malat-tie con sottili aghi già quattro - seimila anni fa. Anche nella medicina veterinaria furono raggiunti notevoli risultati. In anni recenti questa terapia alternativa ha trovato riscontro an-che nel mondo occidentale.

L'agopuntura è ormai ben diffusa anche in medicina veterinaria e viene applicata con suc-cesso nelle patologie dei cavalli, nonostante diversi medici veterinari siano ancora scettici nei confronti di questa disciplina medica.

Durante la seduta d'agopuntura su alcune zone del corpo del paziente vengono infissi sot-tili aghi d'acciaio. La particolare conoscenza anatomica di questi punti, la loro localizzazio-ne tramite palpazione, e la nozione dei relativi effetti permettono il trattamento delle di-sfunzioni corporee influendo positivamente sui circuiti regolativi dell'organismo (sistema nervoso e sistema endocrino). Nella maggior parte dei cicli terapeutici con agopuntura si ottengono notevoli risultati: cavalli affetti da patologie acute e croniche trovano grande be-neficio e rimedio.

L'agopuntura può essere applicata in tutti i casi di malattia in cui non sono ancora sorti danni anatomici irreparabili, nelle patologie in atto, ma anche nella prevenzione delle stes-se.

Rispondono gli esperti in agopuntura veterinaria, Dr.ssa G. Mayr e Dr. Francesco Longo:

G. Boninsegna. Quali tipi di patologie possono essere trattati tramite agopuntura?
F. Longo. Le patologie che possono essere trattate con successo sono molte, classica-mente tutte le patologie algiche, osteo - muscolari e locomotorie.
Si ottengono eccellenti risultati anche nelle patologie della sfera riproduttiva, nelle cardio-patie, negli squilibri ormonali, nelle patologie infettive ed immunomediate, nelle patologie geriatriche e nei problemi comportamentali.

G. Boninsegna. E' un trattamento doloroso per il cavallo?
G. Mayr. L'infissione degli aghi non è dolorosa, sebbene talvolta ci possa essere qualche reattività dovuta alla condizione energetica degli agopunti interessati.


G. Boninsegna. Quanto dura un trattamento e dopo quanto tempo si evidenziano i risulta-ti?
F. Longo. Mediamente le sedute durano venti minuti; i casi acuti vengono trattati con più alta frequenza, mentre i casi cronici necessitano di una o due sedute a settimana.

G. Boninsegna. Possono manifestarsi effetti collaterali anche durante la terapia agopun-turale?
G. Mayr. Nella pratica corrente viene impiegato materiale monouso che elimina totalmente il rischio di infezioni; poiché non vengono somministrate sostanze chimiche non si pongo-no problemi né di effetti collaterali né di residui nei prodotti alimentari di origine animale.

G. Boninsegna. In Italia l'agopuntura è riconosciuta come trattamento terapeutico ufficiale?
F. Longo. Nella medicina dell'uomo l'agopuntura è ormai considerata "atto medico" ed in tal senso si è espressa sia la dichiarazione della World Health Organization (WHO) del 1998, sia la dichiarazione della FNOMCeO (Federazione Nazionale Ordini Medici Chirurghi e Odontoiatri) del 2002.
Attualmente in veterinaria, pur non esistendo una tale ufficializzazione, la pratica clinica dell'agopuntura è ugualmente molto diffusa.

(G. Boninsegna: "Un Ago per Guarire - Agopuntura per Cavalli"; Alpsandhorses, n.64 - Settembre 2003, Egna - BZ - www.alpsandhorses.it)

 

Ricerche nel sito




S.I.A.V. Società Italiana Agopuntura Veterinaria - Via Vanchiglia 27 - 10124 - Torino - P.IVA e C.F.: 97588240016 // Cookies & Privacy

Powered by Joomla! Designed by: joomla templates web hosting Valid XHTML and CSS - Webmaster dadacore.it